10 gennaio 2017

Canto di Natale in mille battute: prima classificata!

Recentemente ho preso parte all'iniziativa "Festeggia il Natale" di Rizzoli. Di seguito il mio contributo vincitore: come sarebbe andata se Scrooge non avesse ricevuto in visita i famigerati tre spiriti?
La grande biblioteca al centro della casa, lascito del suo defunto socio Jacob Marley, era ora di sua immodesta proprietà. Non che fosse un lettore accanito (a sfogliare le pagine di un libro preferiva di gran lunga stare a scartocciare un mazzo di biglietti di grosso taglio), ma l’imponenza e la ricchezza di quegli scaffali erano degne di far dubitare qualunque vecchio taccagno. Non era nemmeno un sentimentale, beninteso; eppure quella sera non poté non esitare un attimo dinanzi alla magistrale descrizione di Fagin in Oliver Twist. Macché, Scrooge non era certo un ladro. Quel che aveva se l’era guadagnato, eccome. Il piccolo Oliver, adesso, rassomigliava a Tiny Tim; Sikes al vecchio Marley. Tentò di scacciare le paventate insinuazioni della sua coscienza, con scarso successo: i panni di Fagin gli stavano a pennello. Una nuova consapevolezza si fece strada da quella lettura. Sta di fatto che nessuno più osò accostare Scrooge al personaggio di Fagin.
La classifica completa sul sito BookToBook.